Come Preparare Dolce al Mascarpone

Un dessert molto semplice ma di grande effetto.

Ingredienti
Mascarpone Optimus 500 gr.
Pavesini
8 uova grandi
Marsala secco
Zucchero
Cacao amaro in polvere
Caffè forte

Per prima cosa bisogna dividere i tuorli dagli albumi e in questi ultimi mettere un pizzico di sale.
Aggiungete per ogni tuorlo un cucchiaio di zucchero e, con un frullino elettrico, montateli fino a che diventino chiari e spumosi.
A questo punto aggiungete il mascarpone ed incorporatelo molto bene ai rossi.
Infine montate a neve gli albumi ed incorporate anche questi al composto precedente.

Per 500 gr. di mascarpone è consigliabile preparare 2 caffettiere da 6.
Mettete il caffè in un pentolino e aggiungete una tazzina da caffè di marsala. La quantità di marsala varia a secondo dei propri gusti.

A questo punto prendete una coppa abbastanza grande da contenere il dolce.
Fate una base di crema al mascarpone,imbevete leggermente un pavesino alla volta e fate uno strato che andrete a coprire con la crema.

Quando avrete completato la coppa con l’ultimo strato di crema,se volete,potrete spolverizzarlo con in cacao amaro.

Come Eseguire il Cracklé su un Oggetto Decorato con Decoupage Tridimensionale

Si possono rifinire con il cracklé anche oggetti tridimensionali o in rilievo su basi di gesso, di legno o qualsiasi altro materiale, grezzo o colorato. In questi casi la “screpolatura” del cracklé sarà influenzata dalla superficie irregolare e le crepe tenderanno a essere più marcate e profonde in corrispondenza degli incavi, mentre saranno più sottili e ravvicinate sulle parti maggiormente in rilievo.

Occorrente
Carta speciale per découpage 3D
Strumenti per découpage 3d completo di tappetino morbido, bulino e gomma mastice per l’imbottitura della figura
Forbicine per découpage o cutter
Colla per découpage
Spiedino di legno
Carta assorbente da cucina
Colori acrilici
Pennello piatto di setole

Preparate il fondo con i colori acrilici; ritagliate la figura base della decorazione e mettetela a bagno nell’acqua per un paio di minuti, allo scopo di ammorbidire le fibre della carta e togliere una parte di patinatura. Asciugate la figura con carta assorbente e incollatela nella posizione prescelta sull’oggetto da decorare.

Ritagliate i diversi particolari da mettere in rilievo e appoggiateli a faccia in giù sul tappetino da lavoro. Esercitando una pressione lieve e costante, eseguite movimenti rotatori con il bulino sul retro delle figure ritagliate, in modo da “bombare” la carta rendendola concava. Aiutandovi con lo spiedino di legno, stendete la giusta quantità di gomma mastice sulla parte della figura intera corrispondete al ritaglio da applicare.

Volendo, potete anche stenderla direttamente sul retro delle figure ritagliate. Sovrapponete perfettamente il ritaglio al disegno corrispondente sulla figura base. Procedete così per tutte le parti che desiderate mettere in rilievo e per il numero delle volte che ritenete opportuno, a seconda del risultato finale che desiderate ottenere. A questo punto si potrà procedere con la finitura cracklé prescelta; si consiglia l’applicazione di cracklé sottile o medium.

Come Eliminare Mail Indesiderate

Le mail indesiderate intasano il tuo indirizzo di posta elettronica? Scopriamo insieme come possiamo rimediare o per lo meno arginare questo problema, che sempre di più tormenta gli “email dipendenti” e non solo. Leggi qui per scoprire le cause, i rimedi e le soluzioni a questo problema.

LE CAUSE
Il principale scopo dello spam è commerciale ma sempre più si diffondono anche tentativi di truffa attraverso le email. Scopriamo quindi, prima di tutto, di ricercare le cause:
Il nostro indirizzo email è una chiave che dovrebbe essere custodita gelosamente, un dato personale che molto spesso viene invece “gettato” su qualsiasi tipo di sito web. C’è da dire che molte registrazioni/iscrizioni richiedono il nostro indirizzo ma certe volte siamo noi che lo esponiamo alla vista di tutti (es. su facebook) quando invece ci sono delle impostazioni che consentono di oscurarlo. La prima regola quindi è quella di evitare di pubblicare il nostro indirizzo su spazi internet pubblici. Ricordando anche a chi possiede un sito aziendale personale che ci sono diversi altri modi per ricevere messaggi dal proprio sito web senza alcun bisogno di pubblicare la propria email.

I RIMEDI:
Nel caso in cui già siamo vittime dello spam c’è gran poco da fare purtroppo, anche se esistono alcuni programmi (es.windows live mail, outlook, ecc.) o server che gestiscono le email (es.alice, fastweeb ecc) che permettono di “deviare” i messaggi spam o commerciali su una cartella dedicata (in gene chiamata “posta indesiderata”). Questo è un ottimo aiuto per smaltire la maggior parte delle “email truffa”.
In ogni caso, se non disponiamo di tale funzionalità, ricordiamoci di non aprire le email con indirizzo ed oggetto sconosciuti o da enti di credito (es.bache,posta ecc) in quanto sono TUTTE delle truffe/virus -la vostra banca non vi comunicherà mai un cambiamento di dati o transito di denaro attraverso internet –
Altro consiglio (scontato se le email sospette non le aprite per niente) è quello di non rispondere agli indirizzi spam – anche se la tentazione di “mandare a quel paese” qualcuno è tanta -. Questo infatti potrebbe essere solo il primo passo per ricevere ancora più email e diffondere il vostro indirizzo.

LE SOLUZIONI
Come abbiamo visto ci sono dei piccoli trucchetti per arginare il problema ma la soluzione ancora non l’abbiamo trovata purtroppo. Lo spam rimane un problema irrisolvibile, difficile da denunciare e da eliminare completamente.
Per risolvere questo problema, se siamo proprio esasperati, dobbiamo necessariamente cambiare indirizzo email e stare molto attenti alla nostra nuova chiave (email) perchè gli “spammatori” sono sempre in agguato.

Come Evitare di Rovinare i Capi Delicati e Tessuti Pregiati

In questa guida ti insegno a lavare a mano i tuoi capi. Molte volte i capi che tanto amiamo, in lavatrice si rovinano, quindi come fare ad evitare ciò? Ora con poco tempo e qualche prodotto, imparerai a lavare a mano i tuoi capi e a non rovinarli più!

Occorrente
Capi delicati e colorati:
Acqua
Sapone di marsiglia in scaglie
Bacinella capiente
Ammoniaca
Per capi di lana:
Acqua
Sapone delicato
Bacinella capiente
Telo di spugna
Per la seta:
Sapone delicato
Bacinella
Telo di spugna
Aceto bianco

Per lavare i capi delicati e colorati: prepara l’acqua a una temperatura di circa 30/40 °C e sciogli del sapone di Marsiglia in scaglie; immergi gli indumenti, agita con le mani la biancheria senza strofinarla e strizzarla, facendo in modo che l’acqua assorbita del tessuto venga eliminata. Stendili all’aria.

Lasciali asciugare. Immergi nuovamente i capi in acqua più saponata della precedente, ma sempre alla stessa temperatura. Risciacqua abbondantemente con acqua tiepida, fino ad eliminare completamente la schiuma. Per evitare l’infeltrimento, aggiungi qualche goccia di ammoniaca all’acqua del lavaggio.

Per i capi di lana: mettili a bagno in acqua tiepida e lasciali in ammollo per non più di 10 minuti. Risciacqua, avvolgi la maglia in un telo di spugna e comprimi bene. Cambia l’asciugamano e appoggia il capo su una superficie piana lontano da fonti di calore. Per i capi in seta: procedi il lavaggio come per la lana. Se il capo perde il colore, aggiungi dell’aceto bianco all’acqua del risciacquo.

Come Collegare l’Addolcitore all’Impianto Idraulico

La durezza dell’acqua potabile, dovuta essenzialmente al calcio, provoca la formazione di depositi calcarei in lavatrici e boiler, diminuendone il rendimento. Quindi con l’installazione di un addolcitore d’acqua puoi eliminare la maggior parte di questi problemi. Questa guida ti aiuterà ad eseguire questo lavoro.

Insieme all’addolcitore, ti verranno dati i rispettivi tubi di collegamento, quindi per prima cosa, dovrai misurare la lunghezza del tubo di scarico dell’addolcitore fino allo scarico, quindi inserisci il tubo nel raccordo dell’elettrodomestico e fissalo con delle fascette. Ora fissa un tratto di tubo al raccordo del troppopieno che si trova al centro dell’addolcitore e quindi fallo arrivare fino a una parete esterna in modo da poter osservare facilmente se si scarica dell’acqua. Ora collega i raccordi di plastica all’entrata e all’uscita dell’addolcitore, per primo quello d’uscita, mettendo del nastro di teflon sui filetti.

Ora taglia i tubi di alimentazione e di scarico alla lunghezza giusta, quindi lubrificane le estremità con detersivo liquido. Adesso infila un dado ed un collarino sull’estremità del tubo, quindi spingilo sul raccordo fino a portarlo contro lo spallamento. Una volta fatto inserisci una guarnizione di gomma sull’estremità del raccordo filettato. Avvita il tubo di uscita al suo posto, poi collega il tubo di alimentazione.

Ripeti l’operazione per collegare i due tubi ai rubinetti di entrata e di uscita sul tubo montante. Usa una chiave regolabile per serrare, senza eccedere, i raccordi. Una volta effettuati tutti i collegamenti, sistema l’addolcitore nella posizione prevista e fissa accuratamente i tubi alla parete e lungo lo zoccolo con gli appositi fermagli. Infine riempi il serbatoio di sale e regola il temporizzatore. Ora apri i rubinetti.