Come Montare una Tenda per la Doccia

Può capitare che nel proprio bagno per ragioni di spazio o semplicemente per ragioni economiche non si possa installare un box doccia. I piatti doccia che su uno dei lati sono inferiori ai 66 cm sicuramente devono essere costruiti su misura con costi eccessivi. Le tende doccia con tubi in alluminio possono risolvere tante situazioni.

Occorrente
Trapano
Cacciavite

La prima cosa da fare è prendere bene la misura del piatto doccia. Quest’ultimo si misura partendo da dove inizia il muro fino al punto massimo del piatto. Quindi non la parte interna del piatto, ma la parte esterna. I piatti doccia più comuni sono posizionati negli angoli dei bagni, ma possono trovarsi anche in mezzo al bagno. In questo caso si devono misurare tre lati.

Prenderò in esame il piatto doccia più comune ovvero quello posizionato nell’angolo del bagno. Quando andrai nel negozio, dovrai comprare un tubo in alluminio destinato all’angolo del box. Solitamente sulla confezione è indicato uno schema con le misure. Se quest’ ultime dovessero risultare più grandi rispetto alle tue esigenze, sappi che i tubi si possono tagliare con un seghetto. Se hai il piatto in mezzo al bagno compra il sistema che consente di coprire i tre lati.

All’estremità dei tubi ci sono delle placche solitamente tonde. Il modo di fissare queste placche può variare da modello a modello. Comunque solitamente ci sono dei fori su queste placche. Effettua quindi dei fori sul muro in corrispondenza con quelli delle placche e blocca quest’ultime con le viti.

Prendendo in esame sempre una tenda angolare, fissa i due tubi tramite le placche nei due angoli di muro. Per unire i due tubi dritti, usa il tubo di congiunzione ad ‘L’. Infila semplicemente i tubi dritti in quello ad ‘L’. Infine monta la tenda doccia grazie agli anelli che si possono allargare per essere aggangiati ai tubi. Anche per la tenda stai attento alle misure.

Come Montare una Vasca Idromassaggio

Montare una vasca idromassaggio è un lavoro abbastanza difficile. Molti idraulici specializzati trovano delle difficoltà. Il montaggio può variare in quanto questi tipi di prodotti presentano molti modelli con diverse caratteristiche. Per chi ha un po’ di manualità e di organizzazione il compito non dovrebbe essere insostenibile.

Occorrente
Livella
Cacciavite
Pistola per silicone
Silicone

Per prima cosa bisogna organizzarsi con tutte le risorse disponibili. Mi riferisco in modo particolare alla scheda tecnica relativa alla vasca. Non sempre quest’ultima è presente nella confezione della vasca stessa. Rivolgetevi quindi al venditore, che se non dovesse averla, può sempre provare a richiederla al fornitore.

Sulla scheda tecnica sono indicati con precisione dove dovranno essere posizionati gli attacchi idraulici (lo scarico in particolare) e la parte elettrica relativa al motore per attivare l’idromassaggio. Quando toglierai l’imballo vedrai un telaio in metallo su cui sopra è posizionata la vasca. Nella parte sottostante vedrai la parte idraulica ed elettrica.

Avvicina la vasca il più possibile nel punto in cui la vuoi posare. Sfruttando la scheda tecnica, collega quindi la colonna doccia (lo scarico) e la presa di corrente. Per quest’ultima è importante avere un salvavita. In alcune vasche la rubinetteria è già inclusa sulla vasca stessa. In questo caso dovrai effettuare un secondo collegamento idraulico.
Se sarà necessario, dovrai rompere il muro per spostare i collegamenti all’altezza della rubinetteria.

Quando avrai terminato i collegamenti, apri l’acqua per fare una prova e per togliere eventuali residui di polvere. E’ estremamente importante che la vasca non abbia nessun tipo di residuo nei punti dove dovrai mettere il silicone. Posiziona in modo definitivo la vasca al muro, e metti il silicone tra le pareti e la vasca.
Sigilla il silicone stendendolo con le dita bagnate della vostra mano. Poi posiziona gli eventuali pannelli.
Vicino alla vasca ci saranno delle placche che permettono di fissare i pannelli stessi.

Come Montare uno Scaffale Metallico

Hai bisogno di aiuto per montare il tuo scaffale metallico che hai appena acquistato? Niente paura, questa guida ti farà capire dove mettere le mani per montare lo scaffale. Segui però attentamente la guida, anche se è molto semplice da seguire. Buon lavoro.

La prima cosa in assoluto da fare è prendere i nostri attrezzi da lavoro e depositarli vicino la posizione dove metteremo il nostro armadio metallico. Dopo aver acquistato il materiale necessario, incominciamo a levare la pellicola che ricopre lo scaffale e prendiamo le viti e i bulloni interni e le fasce laterali.

Dopo avere preso i bulloni e le viti, prendiamo le fasce metalliche e poggiamole a terra. Adesso prendiamo una delle basi rettangolari e inseriamo la base stessa nel primo buco delle fascie, la prima in alto, e montiamolo in tutti i lati. Ora non ci resta che prendere un altro ripiano e inseriamo anche questo alla fine della fascia, ultimo buco, facciamo la stessa cosa. Appena effettuato questo montaggio, alziamo tutte le fasce dritte, in modo che possiamo montare adesso tutti i ripiani.

Se desideriamo invece variare l’altezza dei ripiani metallici, possiamo smontare la vite e il bullone del ripiano e alzare il ripiano stesso, o abbassarlo. Infatti possiamo variare l’altezza a seconda delle nostre esigenze. Adesso se lo desideriamo possiamo anche usare della pellicola trasparente, per coprire gli scaffali, così quando poggiamo qualche oggetto non si rovinerà.

Come Montare uno Scarico Cromato alla Marmitta

Volete dare un tocco di sportività alla vostra automobile? Non sapete come fare? Allora affidatevi a questa guida che insegna passo per passo come montare uno scarico cromato da tuning alla marmitta della vostra automobile senza ricorrere all’intervento di un carrozziere.

Occorrente
Scarico cromato da tuning
Chiavi inglesi
Fascette

Innanzitutto procuratevi uno scarico per marmitte presso un negozio di autoricambi ben fornito oppure presso un negozio di tuning. Se volete risparmiare potete cercare lo scarico su internet. Una volta che avete a disposizione lo scarico assicuratevi che l’automobile sia completamente “fredda” in modo da non rischiare di farci male durante il montaggio.

Prendiamo un panno pulito, del detergente sgrassante e puliamo per bene il terminale della marmitta (il grasso potrebbe impedire il montaggio del terminale). Prendiamo il nostro terminale e posizioniamolo ad incastro all’interno del tubo della marmitta. Una volta posizionato prendiamo le chiavi inglesi e stringiamo tutti e 3 i bulloni.

Stretti i bulloni ripetiamo l’operazione ancora una volta in modo da garantire una stretta sicura. Poichè i terminali sono soggetti al distacco a causa delle forti vibrazioni della marmitta prendiamo delle fascette da elettricista e fissiamolo per bene alla marmitta. Ricordiamoci di stringere i bulloni ogni 10000 km.

Come Utilizzare il Polline Come Prodotto di Bellezza

Il polline, nella preparazione dei diversi prodotti di bellezza, viene usato opportunamente trattato per la fabbricazione di creme, lozioni e maschere. I prodotti col polline sono molto indicati per la cura di pelli precocemente invecchiate o per pelli scarsamente nutrite.

Per fare in casa un’efficace crema nutriente, procurati 100 gr di olio di mandorle dolci che scalderai a bagnomaria insieme a 30 gr di cera d’api. A parte, prepara una miscela con 10 gr di miele e 5 gr di polline polverizzato. Amalgama i due composti quando la cera si scioglierà nell’olio di mandorle.

Mescola il tutto e unisce il composto per bene. Continua ad unire questo preparato fino a quando esso non assumerà la consistenza di una crema. Versa il tutto in una formina o in vecchi vasetti di creme ben lavati e asciugati e fai raffreddare. Quando la crema si sarà rappresa, la potrai usare. Applicala sul viso quando ne hai bisogno.

Per fare una maschera al polline veloce, amalgama 2 cucchiaini di polline con 2 cucchiaini di miele, scaldando il tutto a bagnomaria. Aggiungi mezzo tuorlo d’uovo e mescola bene. Stendi sul viso per 20 minuti, preferibilmente durante il bagno. Toglila con un batuffolo di cotone imbevuto di un tonico specifico. Ti donerà una pelle elastica e nutrita.