Come Duplicare ClipArt in Word

Se il tuo problema è quello di non sapere come duplicare un documento nel programma di Word, non ti preoccupare. Questo tipo di operazione è molto semplice, e valida sia per una ClipArt, per una immagine o per un grafico. Allora sei pronto? Adesso segui questa mia breve guida e vedrai quanto sarà facile.

L’area Appunti nel programma Word, è valida anche se ci si sposta da un documento a un altro, così puoi effettuare le operazioni di spostamento e duplicazione tra diversi documenti. Per duplicare un elemento, sia esso una ClipArt, una immagine od un grafico, le operazioni che dovrai seguire sono molto poche e semplici.

Prima di tutto devi selezionare l’elemento che vuoi copiare, prendendo ad esempio di avere due documenti, uno chiamato A ed un secondo documento chiamato B, devi cliccare con il mouse sul documento A e premere il pulsante Copia. In tal modo ti sarà possibile duplicare il primo documento A nel documento B.

A questo punto devi rendere attivo il documento di destinazione facendo clic sulla relativa barra del titolo. Adesso posiziona il cursore nel punto dove vuoi inserire l’elemento e fai clic con il mouse su Incolla oppure premi l’icona area Appunti rappresentante l’oggetto da copiare. L’operazione è finita ed ora il tuo elemento è duplicato, da documento a documento.

Come Riparare File MP3

Hai scaricato una canzone con ma ti sei accorto che l’ascolto non è come desideravi? Forse il file in formato MP3 non ha una qualità eccelsa, pertanto ci sono continui sbalzi tra i suoni. Purtroppo non te ne sei accorto in tempo ed hai trasferito quella canzone ovunque: sul tuo smartphone e così via. Non ti preoccupare, c’è un modo che ti consente di vedere come riparare file MP3 in un attimo.

Un buon programma per risolvere questo inconveniente prende il nome di MP3 Diags e lo puoi scaricare in maniera del tutto gratuita dal sito web Sourceforge. Premi sul pulsante a destra nella pagina con la voce Download e partirà il download del file exe di MP3 Diags. Una volta terminato, esegui un doppio clic su di esso per avviare l’installazione del software nel tuo computer e segui la procedura guidata.

Appena apri il programma potrai vedere tutte le varie cartelle del tuo computer. Metti il segno di spunta accanto alla cartella che contiene i file MP3 danneggiati. Se vuoi creare delle copie dei brani, per motivi di sicurezza, togli il segno di spunta alla voce Don’t create backup for modified files. Altrimenti, se credi che non ti serva una copia, lascia il segno di spunta.

Fatto questo, premi sul pulsante OK che trovi nella schermata per caricare tutti i file MP3 presenti nella cartella da te selezionata. Per scegliere dei singoli file danneggiati puoi usare il tasto Shift della tastiera, altrimenti seleziona tutto e premi sull’icona con il martello per ripararli. Tramite il menù puoi anche normalizzare il volume, sistemare l’audio e tanto altro.

I titoli sono tutti messi a caso? Vuoi dare un ordine alle canzoni inserendo dei tag specifici? Niente di più facile. Devi solo usufruire della barra degli strumenti che trovi posta in basso nel programma. Fai clic su File Name per modificare in pochi secondi i titoli dei file MP3, su Tag Editor per aggiungere o modificare i tag alle canzoni e così via. MP3 Diags è un servizio veramente facile da usare.

Come Eliminare lo Sfondo da una Foto

Molte volte, per non dire spesso, ci risulta assai difficile togliere uno sfondo alle immagini. Bene, ora con la nuova versione di Paint Pro Shop X4 potrai realizzarlo con pochi click e in una frazione di secondi. Non avrai, cioè, bisogno di lavorare con i livelli e con la bacchetta magica, come nelle ex versioni di questo software.

Carica la foto o altro in Paint Pro Shop. Indi portati in alto su “Immagine” e nella finestra di scorrimento scegli la voce “Estrazione dell’oggetto”, come da immagine di supporto messa. Una volta nella pagina, clicca sul pulsante che raffigura un pennello, non prima di averne regolato le sue dimensioni, ossia il tratto di linea. E’ preferibile mantenerti in genere su valori molti bassi ( 4 o 3) per avere un tratto fine, ma molto dipenderà dalle dimensioni dell’immagine scelta.

Col pennello portati ora sull’immagine e, con accuratezza e precisione, circumnavigaci intorno. Man mano che procederai in questo intervento vedrai che il pennello ti farà un tratto di colore verde tutt’intorno all’oggetto. Se commetti qualche errore, prendi la gomma, la cui icone sta a lato di quella del secchiello e cancella il pezzettino di linea errato. Una volta terminato di delimitare l’oggetto per intero, vai al secchiello “riempimento”.

Clicca su esso e poi portati sull’oggetto che hai delimitato con il tratto di pennello. Un nuovo click al suo interno e vedrai l’immagine, delimitata col pennello, colorarsi per intero di rosso. Ora non ti resta che andare col mouse su “Elaborazione”. Lo sfondo scomparirà e resterà solo l’oggetto scelto. Clicca su OK e ricordati che, se vuoi conservare lo sfondo trasparente, devi salvare il tuo lavoro in.png.

Come Drappeggiare Immagini con Gimp

Gimp è un interessante programma di fotoritocco che permette con passi semplici e veloci di realizzare immagini con effetti particolari, dallo stile sobrio ed originale. Questa guida vuole spiegare come drappeggiare le immagini, mediante l’uso di un filtro applicabile facilmente.

Per iniziare apri Gimp e seleziona la foto che ti interessa modificare mediante il comando “File”, “Apri”. Premi “Ok” per aprirla. Il filtro “Drappeggia” consiste in una serie di pieghe ed insenature, che ornano la tua immagine e le conferiscono un aspetto artistico. Per applicare il filtro posizionati sul menù “Filtri” e scegli “Artistici”, poi clicca su “Drappeggia”.

I parametri che visualizzi servono a personalizzare l’effetto. Le sfocature X e Y allungano le fibre del motivo, orizzontalmente secondo Sfoca X e verticalmente secondo Sfoca Y. Il campo può variare da 3 a 100. L’Azimuth controlla l’orientamento della luce, ovvero l’inclinazione dei raggi luminosi, incrementando il suo valore la luce gira in senso antiorario.

Inoltre è possibile modificare l’Elevazione e la Profondità. La prima controlla l’altezza da cui proviene la luce, mentre la Profondità indica la distanza fra le pieghe. Aumentando la Profondità si ottiene un effetto più marcato, passando da valore minimo di 1 al valore massimo di 65. Clicca su “Ok” per applicare le modifiche ed aggiungere il drappeggio. Infine salva la tua immagine dal menù “File”, scegliendo “Salva” o “Salva con nome” e aumentando a 100 la qualità del salvataggio.

Come Disabilitare in Automatico il Touchpad Quando si Utilizza la Tastiera

Ti è mai capitato di toccare inavvertitamente il touchpad del tuo personal computer portatile mentre eri intento a scrivere utilizzando la tastiera? Immagina di essere alle prese con la compilazione di un modulo on line, magari per iscriverti a un servizio oppure per effettuare un pagamento, di toccare per sbaglio il touchpad e annullare così l’operazione o, peggio ancora, commettere un errore durante una transazione on line. Puoi evitare tutte queste seccature affidandoti a TouchFreeze, un’applicazione che ti consente di disabilitare temporaneamente il touchpad.

Collegati alla pagina web di TouchFreeze, ospitata all’interno del sito di Google Code e clicca sulla voce Downloads, che ti indirizza al file da scaricare sul tuo PC. Clicca, quindi, su TouchFreeze-1.0.2.msi. I file con estensione .MSI indicano i file Microsoft per le installazioni. Salva il file da scaricare all’interno di una cartella a tua scelta o, per comodità, sul desktop.

Clicca due volte sul file di installazione per avviare la procedura di installazione. In Avviso di protezione clicca su Esegui anche se il messaggio ti indica che non è possibile verificare l’attendibilità dell’autore. Non corri alcun rischio. In Welcome to the TouchFreeze Installation clicca su Esegui. In Select Installation Folder, scegli una cartella dove installare l’applicazione oppure accetta la destinazione proposta di default (C:\Programmi\TouchFreeze) e clicca su Next. In Ready to Install clicca su Install e attendi il completamento dell’installazione. Al termine del’installazione clicca su Finish nella finestra Completing the TouchFreeze installation.

Noterai una nuova icona nella parte destra della Barra delle applicazioni, accanto alle altre solitamente piazzate vicino all’orologio. Si tratta dell’icona di TouchFreeze che, di default, viene attivata insieme all’avvio del sistema. Puoi, però, intervenire per avviare il software manualmente direttamente dal menu Programmi di Windows: devi solo cliccare con il mouse sull’icona e togliere il segno di spunta nella voce Load at system startup. Non devi fare altro, perché TouchFreeze lavora in automatico e non richiede alcun setting particolare.