Come Dosare i Fertilizzanti

Chi si è creato un orticello o un giardinetto fiorito o a manto esclusivamente erboso, sa che ci si rimane molto male se nonostante le cure che si prestano alle piante o agli ortaggi, qualcuno di essi non cresce bene.

Se avete creato un orticello o un giardino e ci avete messo tutte le cure possibili ed immaginabili per curare la vostra area verde, sapete benissimo che quando vedete che gli ortaggi o le piante da frutto o anche il manto erboso, presentano delle caratteristiche anomale, purtroppo non potete fare altro che pensare ad una malattia delle piante. Fortunatamente non è sempre così, prima di rammaricarvi, procedete a verificare che le vostre amiche verdi, non siano state fertilizzate eccessivamente.

L’azoto, il fosforo ed il potassio che mettete nell’area verde, devono essere elargiti con le giusta quantità ed esagerare, non può fare altro che dare l’effetto contrario. Nei brico garden in aiuto dei coltivatori, esistono dei misuratori che permettono di controllare il ph del terreno e che vi daranno agio di capire se la terra nella quale sono piantate le piante e gli ortaggi, ha il giusto grado di acidità o è stata troppo concimata.

Se notate foglie troppo verdi o troppo grandi e la fioritura stenta a crescere nonostante il periodo propizio, dovete pensare ad un eccesso di azoto . Se invece notate una sorta di nanismo o anche delle foglie ingiallite alla base della pianta, può essere un eccesso di fosforo. L’eccesso di zolfo invece porta non solo la stentata crescita ma anche l’accartocciamento delle foglie. Nei brico garden acquistate i misuratori del ph del terreno e misurate il grado di acidità, sarà poi l’addetto a fornirvi le indicazioni per concimare il terreno con i prodotti misurati però nel modo indicato dietro le confezioni.

Come Decorare un Quaderno

Se hai un quaderno importante ma la copertina è rovinata puoi rigenerarlo completamente rivestendolo con della carta per scrapart e bottoni. Ebbene sì, bottoni. Grandi, piccoli, colorati, di madreperla, di legno o di osso tutti i bottoni sono un’idea bella e particolare per rendere un oggetto unico.

Occorrente
Quaderno
Carta scrapart
Colla
Bottoni

Prendi un foglio di carta per scrapart che sia 4 centimetri più larga e più lunga dell’intero quaderno aperto. Passa ora sulla copertina del quaderno della colla per decoupage e incollaci sopra la carta avendo cura di eseguire l’incollaggio chiudendo il quaderno in modo da evitare che poi tiri quando viene chiuso

Per realizzare gli angoli si dovranno eseguire dei tagli diagonali distanti dall’angolo circa 4 millimetri. Perrivestire l’interno devi tagliare, invece, dei rettangoli di misura lievemente inferiore a quella delle pagine interne della copertina e si sovrapporranno al rivestimento esterno.

Quando il quaderno sarà perfettamente rivestito e incollato, puoi precedere ad applicare i bottoni incollandoli con una colla resistente. Ricordati, però, che i bottoni possono essere attaccati soltanto sulla copertina e non sul retro perchè altrimenti sarebbe impossibile scrivere.

Come Disattivare il Citofono

Vuoi disattivare il citofono del tuo appartamento perchè non vuoi essere più scocciato? Ecco la guida che fa per te. Devi leggere attentamente i vari passaggi, dato che vi sono dei fili da scollegare, tutto andrà per il meglio. La tua buona volontà sarà determinante.

La prima cosa che dobbiamo fare è quella di incominciare a sollevare il ricevitore lasciandolo a penzoloni o su di un piano d’appoggio per non lacerare il filo. Dopo individuiamo il punto dove far leva per aprire il guscio del corpo dell’apparecchio in plastica, quindi facciamo con delicatezza.

Appena tolta la plastica, siamo già allo schema elettrico. Adesso, con il nostro cacciavite dobbiamo scollegare il filo dal morsetto a cui è avvitato il cicalino e asportarlo verso l’esterno del guscio dell’apparecchio e colleghiamolo a un polo del nostro interruttore. Stringiamo bene la vite dell’interruttore.

Ora prendiamo un filo elettrico e colleghiamo all’altro polo dell’interruttore. Fatto questo, avvitiamo anche l’altro capo sul morsetto, con un taglierino facciamo una piccola tacca sul fianco del guscio del citofono, in modo da far passare i fili da lì. Chiudiamo il tutto e controlliamo il corretto funzionamento dell’apparecchio. Utilizziamo adesso il nostro interruttore per disattivare e attivare il citofono.

Come Decorare un Portatovaglioli

I portatovaglioli sono oggetti moto utili sulla nostra tavola. Questi permettono di dare un certo stile alle nostre cene o pranzi e consentono di avere i nostri tovaglioli sistemati e pronti per essere utilizzati. Con questa guida potrai imparare a decorare questo oggetto con ritagli di ortaggi.

Occorrente
Portatovaglioli di legno di qualsiasi forma
Carta con ortaggi per stampare
pennelli
Colla
Colore acrilico arancione
Vernice opaca all’acqua
passamaneria blu e verde
Bottoni di legno di misure diverse
Colla extra forte
Panno di cotone

Per prima cosa, stacca dalla base l’oggetto rappresentato nel portatovaglioli, questo ti faciliterà il lavoro di decoro delle varie parti. Adesso, con il pennello, stendi su tutto l’oggetto il colore acrilico arancione, coprendo completamente il legno e quindi lascia asciugare. Ora ritaglia dalla carta delle teste d’aglio e altri ortaggi che sceglierai a piacere o fra quelli suggeriti in questa guida. Fai alcune prove di composizione adattando la forma dei ritagli a quella irregolare delle sagome delle galline. Ora bagna leggermente i ritagli.

A questo punto, stendi la colla al centro di una delle due sagome dell’oggetto e incolla il ritaglio con i piselli, facendolo aderire bene. Ora procedi a incollare gli altri ritagli, completando così la decorazione di questa parte. Una volta fatto, stendi la colla sulla base del portatovaglioli e incolla il ritaglio con le teste d’aglio, fallo aderire e ripassa il pennello intriso di colla su di questo.

Ora stendi la colla sull’altra sagoma dell’oggetto, incolla il cavolo o le foglie di bietola ai lati, il peperone al centro un po sovrapposto alle bietole e la testa d’aglio in primo piano, sovrapposta al peperone e al cavolo, quindi ripassa un po di colla sui ritagli. Adesso impermeabilizza tutte le parti del portatovaglioli con un’abbondante mano di colla e lascia asciugare. Passa a versare la colla extra forte nelle scanalature della base e riposiziona le due sagome, quindi lascia indurire la colla.

A questo punto, stendi un filo di colla extra forte lungo tutto lo spessore della base del portatovaglioli, attendi qualche istante e quindi fai aderire la passamaneria esercitando una leggera pressione con le dita. Ora elimina eventuali sbavature di colla con un panno di cotone inumidito con acqua. Quando asciuga, la colla extra forte diventa completamente trasparente e le piccole sbavature che non sei riuscito a togliere non si vedranno. Proteggi la decorazione stendendo su tutto l’oggetto la finitura opaca e lascia asciugare. Infine con la colla forte attacca i bottoni di legno sui peperoni.

Come Dipingere con gli Acquerelli

Vi piace la pittura con gli acquerelli ma non siete mai riusciti a dipingere un disegno con questa tecnica? Finalmente seguendo passo passo questa guida riuscirete, molto facilmente, a dipingere un quadretto con gli acquerelli! Prendete foglio e matita che iniziamo dal disegno!

Il disegno base per gli acquerelli deve essere fatto con una matita dal tratto leggere, in quanto se fatto con una matita dal tratto pesante, una volta colorato, si vedrebbero tutti i segni di matita. Fatto ciò si inizia a dipingere con gli acquerelli. In principio diamo una prima stesura con tonalità chiare, facendo attenzione a non diluire troppo il colore con l’acqua.

Lasciamo asciugare la prima stesura. Ora, con la seconda, passiamo un pò di più nel dettaglio. Usiamo colori un pò più scuri dei precedenti in quei punti in cui bisogna dare un effetto di tridimensionalità, creando l’ombra degli oggetti. E’ consigliabile usare un pennello che non sia troppo doppio.

Lasciamo asciugare anche questa seconda stesura. Infine, nella terza, passiamo ai veri e proprio dettagli. Usiamo colori brillanti e accesi per definire le linee del disegno e i dettagli che fino ad adesso avevamo tralasciato. E’ consigliabile usare un pennello che abbia una punta fine per non sbavare. Lasciamo, quindi, asciugare anche questa terza stesura.