Come Drappeggiare Immagini con Gimp

Gimp è un interessante programma di fotoritocco che permette con passi semplici e veloci di realizzare immagini con effetti particolari, dallo stile sobrio ed originale. Questa guida vuole spiegare come drappeggiare le immagini, mediante l’uso di un filtro applicabile facilmente.

Per iniziare apri Gimp e seleziona la foto che ti interessa modificare mediante il comando “File”, “Apri”. Premi “Ok” per aprirla. Il filtro “Drappeggia” consiste in una serie di pieghe ed insenature, che ornano la tua immagine e le conferiscono un aspetto artistico. Per applicare il filtro posizionati sul menù “Filtri” e scegli “Artistici”, poi clicca su “Drappeggia”.

I parametri che visualizzi servono a personalizzare l’effetto. Le sfocature X e Y allungano le fibre del motivo, orizzontalmente secondo Sfoca X e verticalmente secondo Sfoca Y. Il campo può variare da 3 a 100. L’Azimuth controlla l’orientamento della luce, ovvero l’inclinazione dei raggi luminosi, incrementando il suo valore la luce gira in senso antiorario.

Inoltre è possibile modificare l’Elevazione e la Profondità. La prima controlla l’altezza da cui proviene la luce, mentre la Profondità indica la distanza fra le pieghe. Aumentando la Profondità si ottiene un effetto più marcato, passando da valore minimo di 1 al valore massimo di 65. Clicca su “Ok” per applicare le modifiche ed aggiungere il drappeggio. Infine salva la tua immagine dal menù “File”, scegliendo “Salva” o “Salva con nome” e aumentando a 100 la qualità del salvataggio.

Come Disabilitare in Automatico il Touchpad Quando si Utilizza la Tastiera

Ti è mai capitato di toccare inavvertitamente il touchpad del tuo personal computer portatile mentre eri intento a scrivere utilizzando la tastiera? Immagina di essere alle prese con la compilazione di un modulo on line, magari per iscriverti a un servizio oppure per effettuare un pagamento, di toccare per sbaglio il touchpad e annullare così l’operazione o, peggio ancora, commettere un errore durante una transazione on line. Puoi evitare tutte queste seccature affidandoti a TouchFreeze, un’applicazione che ti consente di disabilitare temporaneamente il touchpad.

Collegati alla pagina web di TouchFreeze, ospitata all’interno del sito di Google Code e clicca sulla voce Downloads, che ti indirizza al file da scaricare sul tuo PC. Clicca, quindi, su TouchFreeze-1.0.2.msi. I file con estensione .MSI indicano i file Microsoft per le installazioni. Salva il file da scaricare all’interno di una cartella a tua scelta o, per comodità, sul desktop.

Clicca due volte sul file di installazione per avviare la procedura di installazione. In Avviso di protezione clicca su Esegui anche se il messaggio ti indica che non è possibile verificare l’attendibilità dell’autore. Non corri alcun rischio. In Welcome to the TouchFreeze Installation clicca su Esegui. In Select Installation Folder, scegli una cartella dove installare l’applicazione oppure accetta la destinazione proposta di default (C:\Programmi\TouchFreeze) e clicca su Next. In Ready to Install clicca su Install e attendi il completamento dell’installazione. Al termine del’installazione clicca su Finish nella finestra Completing the TouchFreeze installation.

Noterai una nuova icona nella parte destra della Barra delle applicazioni, accanto alle altre solitamente piazzate vicino all’orologio. Si tratta dell’icona di TouchFreeze che, di default, viene attivata insieme all’avvio del sistema. Puoi, però, intervenire per avviare il software manualmente direttamente dal menu Programmi di Windows: devi solo cliccare con il mouse sull’icona e togliere il segno di spunta nella voce Load at system startup. Non devi fare altro, perché TouchFreeze lavora in automatico e non richiede alcun setting particolare.