Come Proteggere Bonsai dai Parassiti

Le Cocciniglie sono alcuni tra i più temuti nemici del nostro bonsai. Ne esistono diversi tipi: la Cocciniglia Cotonosa, riconoscibile per i “batuffoli” che produce; la Cocciniglia a mezzo grano di pepe, simile, appunto, ad un chicco di pepe diviso a metà, etc. Questi parassiti possono arrivare a causare danni ingenti perché, affondando il loro stiletto appuntito nel tronco, nelle radici, sulle foglie e sui frutti, succhiano la linfa del bonsai rilasciando al contempo una saliva tossica.

I bonsai più soggetti all’attacco di questi temibili parassiti sono Ficus, Ginepro, Glicine, Ilex, Melo, Olivo e Pino. L’infestazione però potrebbe partire da uno di questi alberelli e diffondersi fino ad interessare piante di altro tipo. Se il tuo bonsai è stato attaccato, per prima cosa dovrai rimuovere manualmente tutti i parassiti visibili aiutandoti con una pinzetta o con uno stuzzicadenti. Se l’infestazione è molto avanzata questa operazione sarà laboriosa ma indispensabile.

In secondo luogo, colloca il tuo alberello in un luogo ben arieggiato, non eccessivamente umido ed esposto alla luce. Attenzione a non lasciare il tuo bonsai sotto i raggi diretti del sole nelle ore più calde della giornata. Puoi attenuare la condizione di sofferenza della pianta spolverando il tronco ed i rami più grossi con uno spazzolino, rimuovendo così gli insetti residui.

Acquista presso i negozi specializzati in cura delle piante un buon prodotto anticocciniglia che eliminerà definitivamente gli odiosi parassiti. Spruzza l’insetticida su tutta la pianta: foglie, tronco, radici, fino al terreno. Dopo una settimana ri-applica il prodotto e dopo tre o quattro applicazioni, in via preventiva, ripeti l’azione ogni mese almeno nella stagione calda.