Come Preparare Crostoni Fritti

Si avvicinano le belle giornate e vien voglia di trascorrere qualche ora all’aria aperta, magari su un bel prato a stuzzicare qualcosa..

Ingredienti per 4 persone:
– otto fette di pane carrè
– una tazza di latte
– mollica di un panino medio inzuppata nel latte
– 50 gr di mandorle pelate
– mezza cervella di vitello
– 50 gr di midollo di bue o di vitello
– la scorza di mezzo limone grattuggiata
– due tuorli
– un pizzico di sale
– un pizzico di paprika
– olio si semi vari (o girasole, o arachidi) che servirà per friggere

Bagnate sommariamente le fette di pan carrè nel latte e mettetele sul piano di lavoro; quindi preparate il seguente impasto:
In una terrina ponete la mollica del panino bagnata e ben strizzata, le mandorle tritate finissime, la cervella (scottata in precedenza nell’acqua bollente e privata dei filamenti sanguigni)
Aggiungete anche il midollo e passateli al setaccio; unite la scorza grattuggiata di un limone, i due tuorli ed infine un pizzico di sale e paprika

Mescolate accuratamente tutti questi ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo che suddividerete in parti uguali sulle fette di pan bagnato al latte
Mettete sul fuoco la padella per fritti con abbondante olio: non appena questo fumerà, adagiatevi i crostoni pronti e fateli dorare

Tenete a fuoco allegro e fateli dorare da entrambe le parti (fate attenzione, nel rigirarli, che non si stacchi l’impasto spalmato sulle fette di pane )
Quando tutti saranno rosolati, ponete a perderli l’unto di frittura sopra un foglio di carta assorbente da cucina: sono ottimi per un picnic, specialmente se si ha a disposizione uno scaldavivande, o una cena all’aperto.

Come Eliminare lo Smalto con i Glitter

Gli smalti con i glitter sono bellissimi, colorati e luccicanti, vestono le unghie rendendole aggressive, romantiche o dolci a secondo dell’umore che abbiamo. Certo sono bellissimi, ma quanto è dura dover eliminare questo tipo di smalto! E si, è davvero dura, ma ho scoperto che c’è un piccolo trucco per rendere l’operazione facile.

Occorrente
3 dischetti di cotone
Un foglio di carta di alluminio
Solvente per unghie senza acetone
Forbici

Disponi sul tuo piano di lavoro gli ingredienti che ho elencato, adesso prendi un dischetto di cotone di quelli che usi per struccarti e, servendoti di un paio di forbicine, dividilo in quattro parti uguali. Dovrai tagliarne altri due in modo da ottenere dieci pezzetti di dischetti di cotone.

Adesso prendi il rotolo di carta di alluminio di quella che si usa in cucina e ricava, sempre utilizzando le forbici, dieci strisce lunghe quattro centimetri e larghe uno e mezzo. Adesso imbevi un pezzetto del dischetto di cotone con solvente senza acetone e appoggialo sopra una tua unghia.

Fallo aderire bene all’unghia e rivesti l’unghia con una strisciolina di carta di alluminio. Ripeti l’operazione con tutte le unghie e lascia agire il solvente per 4 o 5 minuti. Trascorso questo tempo sfila il coppetto di carta di alluminio e il pezzetto di cotone e …ammira! Lo smalto e i glitter sono scomparsi.

Cosa Mangiare Prima di Allenarsi

Allenarsi con regolarità è il primo segreto per stare bene e per affrontare con grinta ed energia gli impegni della giornata. Quando decidiamo di andare in palestra o di praticare attività fisica all’aria aperta, come la corsa oppure la camminata sportiva, è necessario non soltanto avere l’abbigliamento e l’attrezzatura giusti, ma anche avere la giusta riserva di energia utile durante tutta la fase dell’allenamento.

Ecco perché, ancora una volta, è importante fare attenzione alla giusta alimentazione per mantenere costante l’idratazione del nostro corpo e il livello energetico durante lo svolgimento degli esercizi. Oggi allora scopriamo insieme quali sono i cibi da mangiare prima di un allenamento. Se si dispone di una centrifuga, dispositivo che è possibile scegliere seguendo questa guida sulla centrifuga professionale su Centrifugaok.com, è possibile unirli in modo semplice e veloce.

Mirtilli
I mirtilli sono un ottimo alimento da mangiare prima di allenarsi: questo perchè contengono importanti proprietà antiossidanti che consentono non soltanto di prevenire possibili danni muscolari, ma anche di proteggere i muscoli dallo sforzo.

Banane
Ricche di potassio che aiuta a prevenire l’insorgenza di fastidiosi crampi, le banane sono sicuramente un ottimo cibo da mangiare prima di andare in palestra. Inoltre contengono anche una buona dose di carboidrati, utilissimi a fornirci l’energia giusta per affrontare ogni allenamento.

Fiocchi d’avena
Se amate fare sport soprattutto durante le prime ore della mattina, allora quello che vi serve per raccogliere tutta l’energia necessaria è una bella colazione con i fiocchi d’avena. Quest’ultima, infatti, è ricca di carboidrati complessi che sono facili da digerire e a lento rilascio, e possono così fornire energia per tutta la fase dell’allenamento. A questi consiglio di aggiungere anche dei frutti rossi come i mirtilli, il ribes e le more che, essendo ricchi di antiossidanti, aiutano a combattere lo stress.

Noci e semi
Anche le noci e i semi sono tra i cibi ideali da mangiare prima di un allenamento perchè contengono carboidrati, proteine e grassi vegetali ideali per fornire la giusta energia per un esercizio fisico anche prolungato.

Avocado
Anche se all’apparenza può sembrare un alimento grasso, l’avocado in realtà è ottimo per essere consumato (nelle giuste quantità) prima di un allenamento in quanto è un grasso “buono” e la sua azione energizzante subentra non appena finita quella prodotta dai carboidrati.

Semi di Chia
Infine, tra i cibi da mangiare prima di un allenamento ci sono sicuramente i semi di chia, ricchi di sostanze come gli acidi grassi Omega3, le proteine e gli antiossidanti che fungono da ottimo carburante per il nostro organismo, soprattutto quando già sappiamo che ci aspetta un allenamento intenso e prolungato.

Molto interessante.

Come Eliminare l’Odore di Pesce dalle Mani

Il pesce è sicuramente un alimento molto utilizzato in cucina. Ma purtroppo hanno un unico difetto quando vengono cucinati, vale a dire l’odore che inevitabilmente rimane sulle nostre mani e che poi risulta molto difficile eliminare.

L’ideale sarebbe lavorare il pesce con dei guanti, come questi guanti in nitrile segnalati su Migliorescelta.com, m spesso questo non viene fatto e si ha bisogno di togliere l’odore dalle mani. Sicuramente il metodo più diffuso ed utilizzato in cucina, riguarda l’aceto bianco. Per far questo dovrai semplicemente sciacquare le mani, che poi dovrai farle asciugare all’aria. Anche il limone rappresenta una validissima alternativa, naturalmente potrai usarlo da solo o in combinazione con l’aceto.

Anche l’acqua ossigenata può aiutare ad eliminare gli odori, in questo caso dovrai strofinare una piccola quantità sulle mani, magari aiutandoti con un batuffolo di cotone. Molto utile per questo scopo è il pepe nero macinato, che dovrai strofinare sulle mani dopo averle lavate bene con acqua fredda e sapone.

Come il pepe nero, utilizzando lo stesso metodo, puoi tranquillamente utilizzare anche i fondi di caffè. Molto efficace è anche la saponetta d’acciaio elimina odori, in questo caso ti basterà strofinarla sulle mani, come una qualsiasi saponetta, sotto il getto dell’acqua fredda per 30-40 secondi e gli odori scompaiono magicamente!

Come Ottenere una Stiratura Perfetta

Stirare il bucato per alcune di noi è un vero e proprio incubo mentre per altre è un’attività rilassante. Da qualunque parte voi siate eccovi qualche trucco per una stiratura ideale.
In questo sito facciamo riferimento al ferro da stiro, se si utilizza la pressa da stiro è possibile vedere il sito Pressedastiro.com per consigli sull’argomento.

Quando stendete le lenzuola oppure le tovaglie, piegate seguendo la linea che darete loro stirandole e lisciatele bene con le mani. Quindi appendetele sul filo.
Per quanto riguarda le camicie fatele asciugare appese sulle grucce e tirate collo e polsini per appiattirli e per i pantaloni, prima di lavarli, imbastite con il filo le pieghe di pantaloni e degli abiti.

Prima di incominciare a stirare inumidite i panni con un vaporizzatore e lasciateli riposare piegati e impilati per circa un’ora. Se alla fine non riuscite a smaltire tutto il bucato che dovevate stirare mettete quelli avanzati in un sacchetto di plastica che riporrete in frigorifero: in tal modo non prenderanno odore di muffa.

Quando iniziate a stirare incominciate con i capi che richiedono le temperature più basse.
Ricordatevi che i maglioni, i capi di lana e il velluto vanno stirati al rovescio proteggendoli con un panno di cotone leggermente inumidito.