Come Proteggere i Bonsai all’Aperto

Durante il periodo invernale il bonsai che cresce in vaso in terrazzo è in pieno stato di riposo vegetativo ed è quindi necessario fare tutto il possibile per garantirgli di trascorrere la stagione fredda al riparo dal gelo e in condizioni ottimali. Il bonsai va quindi difeso da sbalzi di temperatura e da climi troppo freddi.

Il punto debole dei bonsai è l’apparato radicale, che va quindi difeso con maggiore attenzione. Per proteggere le radici puoi inserire il vaso all’interno di un contenitore di polistirolo, riciclato da uno dei molti imballi in cui sono confezionati alcuni oggetti presenti in casa. Prima di adagiare il vaso al suo interno è opportuno provvedere a sistemare un letto di sabbia sul fondo del contenitore.

Sul terriccio del bonsai, versa della cornunghia, un materiale adatto ad arricchire il terreno di azoto organico in modo lento e progressivo, così da dotare la pianta di buon contenuto di azoto, il quale è fondamentale nella fase di ripresa vegetativa del bonsai in primavera. Ricopri quindi il vaso con foglie e materiale pacciamante fino all’orlo del vaso, in modo che l’ apparato radicale sia protetto e isolato il più possibile.

Un’ulteriore precauzione è quella di posizionare il contenitore protettivo di polistirolo in un luogo riparato, in particolare al riparo dal vento: le raffiche possono far precipitare le temperature nell’intorno del fusto e dei rami dei bonsai causandone la morte per gelo. Inoltre la scatola di polistirolo non deve essere adagiata su pavimentazioni in pietra o ripiani di metallo freddi che indebolirebbero le radici, meglio usare ripiani in legno che possiedono proprietà isolanti.

Recensione Scopa a Vapore Imetec Master Vapor SM01

Le scope a vapore rappresentano un modo di pulire nuovo e sicuramente interessante, che sfrutta la forza igienizzante del vapore per l’eliminazione dello sporco.
Per informazioni generiche su questi attrezzi è possibile leggere questa guida di Luca Sala pubblicata sul sito Scopeavapore.com, oggi proponiamo invece una recensione della scopa a vapore Imetec Master Vapor SM01.

Uno degli aspetti che maggiormente caratterizza questa scopa a vapore della Imetec è la presenza di una spazzola a vapore particolarmente grande che consente di pulire più velocemente superfici ampie. Risulta essere possibile raggiungere e pulire anche tutti gli angoli con estrema facilità.

Il vapore raggiunge i 120 gradi in pochi secondi e consente di igienizzare efficacemente e a fondo il pavimento con una sola passata. In questo modo i tempi in cui usavate secchio, spazzola e straccio vi sembreranno preistoria. Per le scope a vapore, inoltre, non occorre neanche usare il detergente e aggiungendo magari poche gocce di olio essenziale il risultato che otterrete sarà un pavimento pulito, igienizzato e profumato non di detersivo ma di natura: ideale se avete bambini in casa.
Considerate che il prezzo di vendita non è per nulla esorbitante, anzi è particolarmente allettante e se, oltre alla fatica risparmiata, ci aggiungete anche i soldi non spesi per i detersivi, vi renderete conto che questo può essere un piccolo investimento che ammortizzerete rapidissimamente.

Il serbatoio integrato di questo modello, nonostante non eccella per capacità, consente comunque con i suoi 350 ml di poter lavorare sui pavimenti di una piccola abitazione, diciamo intorno ai 50 metri quadrati, senza cambiare l’acqua. Altrimenti basterà estrarlo con un semplice gesto e riempirlo di acqua: va bene anche quella del rubinetto grazie alla presenza del filtro anticalcare che garantisce un flusso di vapore potente e sempre costante nel tempo.
La regolazione del vapore possibile sull’Imetec Master Vapor rende questo elettrodomestico versatile perché sarà possibile per voi pulire e igienizzare tutti i tipi di pavimenti come ceramica, parquet e laminati.
Il pavimento risulterà, inoltre, senza aloni e tornerà asciutto molto velocemente in inverno e in men che non si dica d’estate.

La leggerezza e la maneggevolezza sono senz’altro delle caratteristiche molto importanti per una scopa elettrica. Bene, il modello Imetec Master Vapor da questo punto di vista offre enormi garanzie perché si presenta estremamente agile e manovrabile per cui lo sforzo che dovrete applicare nel passarlo sui pavimenti è ridottissimo. È, quindi, ideale per donne e uomini che vogliono fare meno fatica possibile di ritorno dal lavoro o, comunque, nel poco tempo libero a disposizione; è ottimo pure per pulire le scale perché anche in questo caso il suo peso molto contenuto e la sua grande manovrabilità la rendono facilmente trasportabile.
Si tratta di un prodotto poco ingombrante, semplicissimo da usare e colpisce in modo particolare anche la rapidità con cui si ottiene il vapore: basta attaccarlo alla presa e in un attimo sarete pronti a cominciare le vostre pulizie.

Un’altra caratteristica apprezzabilissima di questo prodotto che lo rende ancora più pratico da usare è la possibilità di poterlo parcheggiare in verticale senza doverlo appoggiare ogni volta a qualche superficie. Anche la presenza dell’avvolgicavo è sempre utile perché riduce il rischio di inciampare.

Come Lavarsi le Mani Correttamente

Risulta essere importantissimo lavare nel modo migliore le nostre mani, ambiente in cui veicolano quotidianamente tantissimi batteri, presenti sui tanti oggetti che tocchiamo.. il mouse, la tastiera, il volante dell’automobile, e via dicendo. E’, quindi, fondamentale, lavare spesso le mani, per proteggere il nostro organismo dall’attacco di microbi ed infezioni di diverso tipo. L’operazione non è per nulla complicata, e richiede massimo un minuto di tempo. Vediamo come fare.

Lavarsi le mani è un gesto quotidiano, che andrebbe fatto anche più volte al giorno.
Naturalmente è necessario trovarsi in un luogo ove sia presente un lavello, avere del sapone a portata di mano, e delle salviette monouso da utilizzare per asciugare le mani una volta lavate.
Inizia con il bagnare bene le mani, direttamente sotto l’acqua corrente.

Quando saranno ben bagnate disponi il sapone sulle mani. Bada che non devi esagerare nella dose, ma anche evitare di usarne troppo poco. Inizia a distribuire lo stesso, strofinando l’una all’altra le mani, palmo a palmo, con movimento rotatorio.
Una volta che saranno ben insaponate, strofinare il palmo della mano destra sul dorso della mano sinistra, e viceversa per alcuni secondi.

Intreccia tra loro le dita di entrambe le mani, e strofina in questo modo palmo a palmo, in modo da pulire approfonditamente gli spazi compresi tra le dita stesse.
E, sempre per pulire al meglio le dita, richiudi i palmi mantenendo serrate tra loro le mani mediante le dita, ed effettua dei movimenti da destra a sinistra.
Passa adesso alla pulizia approfondita del pollice (poco coinvolto in precedenza). Per fare qusto avvolgi il pollice destro con la mano sinistra, e viceversa, passando alla pulizia con movimento rotatorio.

Pulisci adesso i palmi, utilizzando la punta delle dita.
Risciacqua per bene le mani, sotto l’acqua corrente, ed asciuga poi con una salvietta monouso, unica soluzione per mantenere la massima igiene dopo il lavaggio.
Utilizzando la stessa salvietta, chiudi il lavandino.
Le tue mani saranno pulite, ed il tutto sarà durato massimo 50 o 60 secondi.

Come Lisciare i Capelli Senza una Piastra

Se anche tu hai i capelli ricci o comunque ondulati, oppure, ancora peggio, poco mossi, qui di seguito ho scritto pochi passaggi per poterli far diventare finalmente lisci bene e velocemente, senza dover ricorrere necessariamente alla tua piastra lisciante. Se si vuole usare una piastra, è invece importante utilizzare un modello di qualità per non causare problemi ai capelli. Sull’argomento è possibile vedere questa guida sulle piastre.

Se desideri una pettinatura super liscia, allora phone e spazzola sono l’ideale per un risultato duraturo. Prendi, allora, un phon con il bocchettone, che indirizza l’aria calda in un determinato punto e una spazzola rotonda abbastanza grande. Lava e capelli e, invece di strofinarli, tamponali delicatamente con l’asciugamano; passa poi un prodotto lisciante che elimini parte dell’umidità.

Dividi i capelli in diverse ciocche, per aiutarti poi ad asciugarli. Passa prima il phon sotto la ciocca e poi sopra, tirando nello stesso tempo i capelli verso il basso. con la spazzola per asciugarli. Fai così con tutte le ciocche di capelli, partendo dalla radice del capello per arrivare alla punta.

Ti consiglio di asciugarli molto bene, perchè il minimo di umidità li renderebbe crespi e, quindi, ancora più ribelli di prima. Imposta il phon, se possibile, ad un temperatura non troppo alta, ancora meglio se tiepida, perchè bruceresti i capelli. L’ideale sarebbe finire il tutto con uno spray per la tenuta.

Come Lavare i Capelli con Prodotti Naturali

La detersione del cuoio capelluto serve soprattutto a togliere la forfora. Se non si ha a disposizione lo shampoo, adatto a questo utilizzo, possiamo sostituirlo con un lavaggio completamente naturale utilizzando prodotti in casa.

Occorrente
Farina di ceci
Miele
Acqua calda
Aceto

Prendi un contenitore pulito e asciutto e versaci 2 cucchiai di farina di ceci, 1 cucchiaio di miele, 1 cucchiaino di aceto (per lucidare i capelli). Poi aggiungi tanti cucchiai d’acqua calda fino a quando non vedi che la consistenza del composto è abbastanza fluida, in modo da poterlo spalmare sui capelli.

Fai amalgamare per bene il composto con un cucchiaino, poi procedi all’applicazione. Prima pettina i capelli ancora asciutti, poi bagnali con l’acqua tiepida in modo tale che assorbano umidità. Passa il composto sui capelli e spalmalo per bene, apri le mani a pettine e passale tra i capelli in modo tale da distribuire il prodotto su tutte le lunghezze.

Massaggia il cuoio capelluto per eliminare le impurità catturate e successivamente procedi con il lavaggio. Ricorda di fare tanti risciacqui, perchè essendoci la farina di ceci nel composto, potrebbero rimanere dei residui. L’ultimo riscicaquo fallo con acqua fredda, evitando il cuoio capelluto, per chiudere i capillari e rendere così i capelli più lucenti e meno crespi.